A tavola con i vip

 

Chi viene a mangiare al ristorante ‘La Rocca’

Sedere alla tavola di un ristorante significa anche sentirsi un vip, un personaggio famoso o comunque amato e riconosciuto. Gli occhi, quando non sono in estasi per la spettacolarità o la bontà dei piatti che stanno proprio davanti a loro, spesso vagano curiosi tra le pareti e le facce del locale.
Potete immaginare il loro guizzo quando, tra le facce anonime che li circondano, spicca il volto noto, la stella del cinema o della televisione, il cantante .
Al ristorante “La Rocca” questi incontri incredibili sono di casa.
Può capitare di incontrare quei bontemponi di Massimo Boldi e Lino Banfi
Boldi è un noto comico, attore, cabarettista, ma anche produttore cinematografico.
Banfi è un attore italiano conosciuto per quel suo inconfondibile accento barese, ma è anche ambasciatore dell'Unicef.
‘Il Ragazzo dal Kimono d’oro’, ‘Fantaghirò’, ‘Senza Pelle’, ‘Pinocchio’, Kim Rossi Stuart ha nella sua carriera un sacco di film che ne confermano la bravura, ma volete mettere il brivido di incontrare il suo sguardo bello e tenebroso, al tavolo di fianco?
E anche lui, da buona forchetta romana, capita sovente al ristorante ‘La Rocca’ di Ceri.
Altro bello del cinema italiano che mangia volentieri in questo ristorante è Kaspar Capparoni.
Uno dei più apprezzati clienti è una vera e propria istituzione del cinema erotico italiano: Giovanni  Tinto Brass.  Regista, sceneggiatore e attore italiano molti lo associano a suoi film quali ‘Monella’ (1998), ‘Tra(sgre) dire’ (2000) e ‘Senso '45’ (2002), ma la sua formazione accanto a maestri del cinema del calibro di Roberto Rossellini e Joris Ivens e la sua lunga carriera gli restituiscono quello spessore e quella tecnica che fanno di lui un grande personaggio del cinema italiano su tanti fronti.
Per non parlare di un altro famoso estimatore della cucina de ‘La Rocca’, Michele Placido ha una filmografia sconfinata come attore, ma ha saputo rivalutarsi anche come regista capace di affrontare tematiche scottanti e delicate, legate spesso alla messa in luce sul grande schermo di storie della criminalità organizzata.
I proprietari del ristorante garantiscono poi che alla loro tavola si sia seduto anche il pluripremiato regista di ‘Amici Miei’, de ‘L’Armata Brancaleone’, di “Il marchese del Grillo’ e di un mare sconfinato di altri film, Mario Monicelli.
Altro mito che ha mangiato a ‘La Rocca’ di Ceri è Antony Quinn.
Tra i comici che gradiscono il menù c’è anche una bella imitatrice, Paola Cortellesi e, da I Cesaroni con furore, Max Tortora.
Tra cantare e decantare a ‘La Rocca’ viene a mangiare anche un cantante che ha una discografia lunghissima e una consolidata celebrità: Adelmo Fornaciari, meglio conosciuto come Zucchero.
Con la sua voce incredibile c’è anche il cantante Francesco Renga tra quanti, almeno una loro volta nella vita, hanno apprezzato la buona cucina del ristorante ‘La Rocca’.

 

Stampa

NOTA! I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli Privacy Policy.

Accetto i cookies di questo sito